Immagine
 come da titolo... di La Ric
 
"
When the goin' gets tough... the tough get goin'!

Tratto dal film "Animal House" di John Landis
"
 
Ci sono 181 persone collegate

Titolo
Amici e dintorni (7)
Anche noi nel nostro piccolo... (3)
Assurdità dal mondo (2)
Cinema e dintorni (55)
Emozioniamoci (2)
Eventi (3)
Libri in pillole (17)
Me and myself (23)
Miscellanea (13)
Musica e dintorni (2)
Nerdate (4)
Non solo libri (15)
Questo l'ho fatto io (4)
Televisione (5)

Catalogati per mese:
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
krunker io
24/05/2020 @ 22:27:09
Di Jens
krunker
18/05/2020 @ 21:51:34
Di Bryon
There are many ...
14/08/2017 @ 06:20:05
Di rolex replica
There are many ...
14/08/2017 @ 06:18:48
Di replica watches sale
There are a tho...
14/08/2017 @ 06:18:19
Di replica watches uk
The diameter of...
14/08/2017 @ 06:17:43
Di replica watches

Titolo



La Ric

Crea il tuo badge
Questo blog non ha alcuna periodicità, non assomiglia minimamente a una testata giornalistica! Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001.

viaggi low cost
Antivirus Gratis

net parade

segnala il tuo blog su blogmap.it

Titolo
Ti piace questo blog?

 Fantastico!
 Carino...
 Così e così
 Ma non avevi proprio altro da fare?
\\ Home Page : Storico : Cinema e dintorni (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di La Ric (del 14/02/2013 @ 13:40:36, in Cinema e dintorni, linkato 706 volte)


Il film di per se è terrificante e non perche' faccia paura. L'ho visto solo perchè sono fan della prima ora di Supernatural, quindi non volevo perdermi Dean in salsa splatter-gore (come se in Supernatural già non lo vedessi abbastanza).
Che dire? Apoteosi del trash e proprio per questo non da buttare. Il 3D ci sta tutto, per quelle scene con corpi contundenti di vario genere, dall'ascia alla picozza, che ti arrivano addosso e vogliono sfondarti il cranio a tutti i costi.
Tutto sommato mi sembra un buon modo per augurare a tutti

Buon San Valentino

 
Di La Ric (del 17/12/2012 @ 14:54:03, in Cinema e dintorni, linkato 1362 volte)



Siamo in Nuova Zelanda, nella cittadina di Kaihoro. La popolazione è misteriosamente sparita dopo aver avvistato un UFO e una squadra speciale, i "The Boys", viene mandata sul posto per cercare di far luce sull'accaduto. In effetti gli alieni ci sono davvero, ma non vogliono colonizzare la terra, piu' semplicamente procurarsi materia prima umana per rifornire una catena di fast food al loro pianeta natio.


Perchè degli umani non si butta via nulla, nemmeno il cervello

 

E ora veniamo ai motivi per guardare il film:

  • è un film degli anni '80 e io adoro i film degli anni '80 (vabbe', questo magari non è proprio un motivo valido, ma è pur sempre un motivo
  • è il primo lungometraggio di Peter Jackson
  • è un horror, splatter, sci-fi e chi piu' ne ha piu' ne metta
  • ci sono gli alieni e certo, piu' che alieni all'inizio sembrano un po' degli zombie, però sono alieni, ve lo assicuro
  • citazioni d'autore, da "Non aprite quella porta" a "Doctor Who" IV stagione
  • citato a sua volta da Supernatural (Impala con doppio fondo a sorpresa nel bagagliaio e musica metal nell'utoradio)
  • Peter Jackson e' regista, sceneggiatore, attore in due ruoli principali e si occupa anche degli effetti speciali
  • in questo film c'e' una quantità smodata di sangue, budella, interiora, cervelli e amenità varie
  • fanno esplodere una pecora colpendola con un bazooka

Insomma, per un paio d'ore di sano gore-splatter un home made/low budget movie di tutto rispetto.

Minestrone di umano.... slurp

 

Mr Crub e i suoi adepti

 

 
Di La Ric (del 15/11/2012 @ 15:52:07, in Cinema e dintorni, linkato 720 volte)



L'inizio non e' stato dei piu' promettenti. Avrei voluto guardare "Killer Joe" di Friedkin, ma la qualità dell'audio era pessima, cosi', in attesa di recuperare una copia con l'audio decente, ho ripiegato su questo .... non saprei nemmeno io com definirlo.

[spoiler alert] Un giovanotto dabbene che sarebbe stato il futuro presidente degli Stati Uniti Abramo Lincoln, fa un addestramento a meta' tra Karate Kid/Miagi e Star Wars/Yoda. Diventa un temuto cacciatore di vampiri e nel frattempo segua la vita che deve seguire perche' stiamo pur sempre parlando di Abramo Lincoln. Entra in politica, si candida, diventa presidente degli Stati Uniti e dichiara guerra ai vampiri. Ai vampiri? O_o Ma non erano i confederati? Eccerto, ma i confederati erano vampiri.



Il film non fa paura, non fa ridere, non fa nemmeno riflettere. Non e' un horror, manca di atmosfere suggestive e terrorizzanti, manca di senso della suspance. In compenso non manca di retorica sullo schiavismo, sulla libertà, sui buoni sentimenti, sulle motivazioni della guerra civile. Che poi io sono pure simpatizzante confederata, quindi Lincoln mi stava antipatico gia' dai tempi della scuola. 
E' un film confezionato bene, questo si. Del resto e' una grande produzione e si vede. Pure gli attori sono di tutto rispetto. Hem... veramente io l'attore principale non ho la piu' pallida idea di chi sia, ma il vampiro cattivo e' interpretato da Rufus Sewell che sicuramente quacuno di voi ricordera in quel favoloso film che e' stato "Dark City".
Consigli per gli acquisti: potete tranquillamente risparmiarvelo.
Voto: 5

 
Di La Ric (del 23/10/2012 @ 10:52:06, in Cinema e dintorni, linkato 1734 volte)


Alla fine mi sono decisa e l'ho visto. Mi son detta "Ma si, al massimo e' una serata buttata".
Che dire? E' inequivocabilmente Burton e nello stesso tempo e' molto lontano dal Burton che piace a me.
Non posso dire che sia un brutto film o che non mi sia piaciuto. Tutto e' perfetto, preciso, incastrato in un meccanismo che non ha un nanosecondo di ritardo o di anticipo.
Allora perchè ho la sensazione che qualcosa non quadri?



Il fatto e' che tutto e' talmente perfetto da sembrare finto, a cominciare dalla grafica che sembra quasi fatta al computer anche quando non lo e'.
Poi vabbe' .... forse qualcuno dovrebbe dire a Tim Burton che ci sono fior fior di attori che aspettano solo di essere scritturati. Capisco che la Bonham Carter sia sua moglie e lui voglia farla lavorare che in effetti, a parte gli Harry Potter e i film del marito, non e' che faccia molto altro. Capisco anche che Johnny Depp sia il suo attore feticcio, e che gli abbia fatto interpretare ben 7 film. Capisco pure che quando una squadra è ben collaudata, perchè cambiarla?
Ma perche' forse ci siamo rotti i cosiddetti di vedere sempre gli stessi attori che interpretano sempre gli stessi personaggi i film ormai tutti uguali. Provare con qualche nuovo volto? Novo almeno per Burton, quindi tutti gli attori che non sono Johnny Depp o la Bonham Carter :-p Sono sicura che osare un cambiamento, gioverebbe molto ai suoi film.



Non c'è nulla in questo film che non sia previsto/prevedibile, non c'è una sorpresa, un colpo di scena, un momento che ti lasci col fiato sospeso. La cosa peggiore e' il finale in stile "La morte ti fa bella". E' orrendo e dura ben più della sopportazione umana.
Voto :  5  e sono stata generosa




Piccola chicca. Avete notato che da quel primo meraviglioso Edward Shissorhands a oggi, sono passati 23 anni e Jonny interpreta sempre la fotocopa di se stesso?

 
Di La Ric (del 10/10/2012 @ 09:24:20, in Cinema e dintorni, linkato 1443 volte)


Premetto che non avevo nessuna intenzione di guardare questo film. Ne parlavano tutti male, e io mi immaginavo qualcosa di scontato e gia' visto. Poi il mio fratello di sangue di recensioni, colui con il quale mi trovo sempre d'accordo al 120%, ne ha dato una diversa lettura e mi sono incuriosita.Quindi vedere questo film e' diventata una sfida. Saro' d'accordo con Lucius come al solito, o ha ragione il resto del mondo e il film fa cagare?



L'inizio non prmette nulla di buono, sembra una scopiazzatura a piene mani di Evil Dead. I soliti 5 ragazzi, la casa sperduta, insomma tutto come da cliche'. Ma poi ci troviamo nel Grande Fratello, in Gamer, ne La notte dei morti viventi, e il film prende una piega tutta differente. E proprio quando pensi che stai cominciando a capire l'andazzo della storia, vieni spiazzato da qualcosa di inaspettato.

Come dice il mio fratello di sangue Lucius, lo showdown finale vale da solo tutto il film. Vengono scomodati  i mostri della filmografia di tutti i tempi e di tutti i luoghi. Chi sperava in un po' di sano gore, non sarà deluso. Sangue e squartamenti come se non ci fosse domani. E un finale sorprendente e a sorpresa

Voto: un dignitosissimo 6/7



 
Ted
Di La Ric (del 08/10/2012 @ 14:06:45, in Cinema e dintorni, linkato 2608 volte)


Questo film non e' un capolavoro, ma ci sono una sacco di buoni motivi per andarlo a vedere.

  • E' un fil di Seth MacFarlane, che poi e' il motivo per cui sono andata a vederlo io, oltre al fatto che lo voleva vedere Lord Casco.
  • E' ricco di citazioni nerd e non, anni '80 a profusione, e io adoro gli anni '80.
  • Ted non è dolce e cuccioloso, ma molto politically uncorrect. Dice parolacce, beve alcolici, fuma roba inenarrabile, tromba belle donne in posti improbabili e altre amenità del genere.
  • Cameo di attori famosi nella parte di loro stessi e non (Norah Jones, Ryan Reinolds, Tom Skerrit)
  • Megasuperbig cameo, che poi non e' un cameo, ma una vera e propria partecipazione al film di Sam Jones che, chi come me ha una certa eta',  ricorderà nel ruolo di Flash Gordon, filmone anni '80 con colonna sonora dei mitici Queen.


Flash, a-ah, saviour of the universe


Certo i fan dei Griffin resteranno delusi se si aspettano un "Griffin trasposto al cinema". Questo e' un film dove si ride, ma si versa qualche lacrimuccia.
Coraggioso aver scelto di Mark Wahlberg per interpetare John, l'amico del cuore di Ted. Siamo abituati a vederlo in film d'azione, dove di solito mena e spara. Che dire? Ancora lo preferisco nei film dove mena e spara, pero' non e' andato tanto male nemmeno in questo ruolo  naif.


Fuck you thunder, you can suck my dick

Da vedere senza aspettative Griffiniane
Voto: 6/7
 
Di La Ric (del 21/09/2012 @ 16:12:21, in Cinema e dintorni, linkato 728 volte)


Vabbe', Jason va visto a prescindere, ma questo film e' secondo solo a quella schifezza immonda medioeval-fantasy "In the name of the king".
La trama non ha nulla di originale, bambine da salvare ne abbiamo viste a mucchi. Uomini che perdono tutto e si ritrovano a dover fare i conti con la vendetta pure. Per non parlare di mafia russa, mafia cinese e polizia corrotta.

Inseguimenti in auto, scazzottate, pistolettate, tutto il repertorio di Jason ci sta alla grande. Perche' diciamocelo, quando ti si cuce un ruolo addosso, poi e' difficile cambiare.
Eppure film come Lock & Stock  e The Snach e Cranck dimostrano che Jason e' in grado di fare altro.
E allora fateglielo fare questo altro e, se proprio non potete, se proprio deve fare il duro a tutti i costi, vediamo di non scendere sotto livelli mininimi di tollerabilita' alla visione.



 A sto giro Jason è bocciato, senza possibilità di recupero.
Voto 5--
 
Di La Ric (del 02/09/2012 @ 11:23:21, in Cinema e dintorni, linkato 3002 volte)


Questa non e' una vera e propria recensione perche' tecnicamente il film non l'ho visto. Dopo un paio di sere di horror terrificanti, non nel senso che fanno paura, ma nel senso di brutti brutti brutti, ho pensato che un un trash Sci-fi ci potesse stare. In effetti avevo visto che era un po' lungo come film  ed era gia' tardi, ma vabbe'. Allìinizio sembrava una di quelle commedie militari tipo "La nave piu'scassata dell'esercito" o "Operazione sottoveste" (capolavori del loro genere).... pero', insomma, bisogna che ai signori registi qualcuno lo dica: Liam Nison non e' un attore brillante o comico, non fategli fare battute perche'non fa ridere.    Poi il film prende una piega seria... seria e maledettamente noiosa. Perche' diciamocelo, quei maledetti alieni avrebbero potuto spazzarci via nel giro di 5 minuti ... e invece no, stanno li'.. e i nostri pure. Ho resistito fino alla prematura dipartita di Alexander Skarsgard, poi il sonno ha vinto e mi sono addormentata. Ricordo confusamente le parole di Lord Casco che dice "andiamo a dormire, il resto lo vediamo domani".



E "domami" io ci porovo a vedere il resto, ma non succede nulla in quel maledetto film, gli alieni stanno li' e i nostri eroi pure. Unico diversivo, la fidanzata di lui sul cucuzzolo della montagna col militare senza gambe e il nerd di turno. Il sonno ha di nuovo la meglio e mi sveglio giusto in tempo per vedere gli ultimi 5 minuti, con loro che hanno salvato il mondo e Liam Neeson che contina a fare battute che non fanno ridere nessuno. Ah.... il nostro eroe e' l'attore che ha interpretato John Carter... là' sembrava passabile, qui e' un tappo mostruoso (sono tutti più alti di lui, fidanzata compresa) con una faccia da bamboccio.
Voto: 5-, proprio perche' mi sento generosa
 
Di La Ric (del 16/04/2012 @ 16:06:32, in Cinema e dintorni, linkato 1127 volte)


Avevo visto il trailer del film prima che uscisse. Ricordo di aver pensato : “Un altro film tipo Fast & Furious, ce n’era proprio tanto bisogno?”

L’interprete principale faceva l’autista in rapine, o almento cosi’ si evince dal trailer. Ho subito pensato al film degli anni ’70 con Ryan O’Neil “Driver l’imprendibile”. Poi leggo da qualche parte che Ryan Gosling  e’ considerato l’erede di Steve McQueen e mi viene da pensare a Bullit  e a quella fantastica scena in auto di piu’ di 10 minuti. Eccheccazzo….. ma se non volete che la gente prenda una abbaglio, fate dei trailer che non traggano in inganno. Ti aspetti un action movie tutto inseguimenti  e sgommate e ti ritrovi una roba che non si capisce bene cosa sia.

[Lo sguardo perso nel vuoto del protagonista, sguardo che ci propina in ogni santa scena del film]

Qualcuno dice “noir”, ma ho troppo rispetto per il noir per definirlo tale. Film di una lentezza infinita, in confronto “Morte di un maestro del te” e’ un film d’azione :-p
Brian Gosling, ha un doppiaggio che fa pena, spero che in originale risulti un po’ meglio. Non che abbia una gran parte: per essere l’interprete principale apre bocca in pochissime occasioni. A inizio film ho pensato perfino che fosse muto.
Poi vabbe’, chi lo ha paragonato a Steve McQueen forse aveva fumato roba forte. Monoespressivo piu’ di un carciofo. Qualche conprimario famoso non riesce a salvare il film. La fine poi e’ senza senso.


Posso dire che ‘sto film e’ di una noia mortale? Si si lo dico, lento e noioso.

DRIVE di Nicolas Winding Refn
Con: Ryan Gosling, Ron Pearlman, Albert Brooks, Carey Mulligan.

Voto: 5

[Altro intenso primo piano del protagonista. Non ho capito se cosi' pensava di essere figo]

 
Di La Ric (del 22/03/2012 @ 09:54:22, in Cinema e dintorni, linkato 1029 volte)


Si, lo so, verro' lapidata per questa recensione. IMDB vota questo film 7.9, ma alla fine i gusti sono gusti.
Quando qualche giorno fa ho cercato di andare a vedere Hogo Cabret 3d e, pur arrivando al cinema, tutta una serie di eventi/coincidenze/concatenzioni mi hanno impedito di farlo, avrei dovuto capire che gli dei dell'Olimpo, Wotan e Shiva mi stavano mandando un messaggio: "Non andare a vedere questo film "
Invece ieri ci abbiamo riprovato e che io possa bruciare all'inferno (quello dei fratelli Winchester, mica pizza e fichi) la prossima volta che non alscolto gli avvertimenti divini.



Alcune precisazioni.
Diciamo che io non sono una fan scatenata del 3d. Va bene per un film di animazione, o per un film supertrash tipo "S. Valentino di sangue 3D", ma ad un bel film non aggiunge proprio nulla. Inoltre dopo un po' vorrei scaraventare gli occhialini in mezzo alla sala perche' mi danno un fastidio tremendo.
Il trailer e' fuorviante al massimo. Lo vedi e ti aspetti uno steampunk, quelle cose tipo gli Sherlock Homes di Guy Richie e affini. E invece no, non lo e' per nulla.

Scorsese ormai ha un eta' ... non potrebbe occuparsi dei nipotini invece di ammorbarci con film lunghi, lenti e noiosi? E per farvi capire che non ho pregiudizi nei confronti del regista, vi diro' subito che "Alice non abita piu' qui", "Taxi Driver" e "Fuori orario" li considero dei veri capolavori.



Ma veniamo al film. premetto che il libro non l'ho letto, quindi non so se la sceneggiatura si fedele o si sia presa delle liberta'. La storia di per se potrebbe essere interessante, ma nel film non si arriva a una svolta se non quasi alla fine. Va bene tenere lo spettatore col fiato sospeso, ma lo puoi fare se c'e' un crescendo di tensione fino al punto in cui accade qualcosa che ti fa capire tutto quello che e' successo prima. Qui abbiamo 3/4 di film in cui la trama si sviluppa, accadono cose, ma in realta' non succede nulla che faccia presagire un colpo di scena, una svolta, un epilogo e tu dici "Si vabbe' ok, ma adesso?"
Sugli attori nulla da dire sono bravissimi. Ben Kinglsey, Sasha Baron Cohen (vi ricordate Borat?) e Asa Bitterfield nella parte di Hugo, (qualcunose lo ricordera' nel tristissimo "Il bambino col pigiama a righe") e c'e' pure un piccolo cameo di Jude Law. Il personaggio che mi e' piu' simpatico e' sicuramente il poliziotto interpretato da Sasha Baron Cohen, con la sua gamba ferita, munita di tutore metallico (forse l'unica cosa steam punk del film) che cigola  e che ogni tanto si blocca.
Ecco il film ha poco ritmo, e' lento nel senso che e' lungo (20 minuti in meno sarebbero andati benissimo), ma soprattutto e' lento nel senso dello scorrere degli eventi.
Voto 6.5

Hugo di Martin Scorsese
con Ben Kingsley, Sacha Baron Cohen, Asa Butterfield, Chloë Grace Moretz
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6

< agosto 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           



Titolo
Bianco e nero (1)
Miscellanea (3)

Le fotografie più cliccate

Cerca per parola chiave
 


06/08/2020 @ 10:02:05
script eseguito in 59 ms