\\ Home Page : Articolo : Stampa
La leggenda del cacciatore di vampiri
Di La Ric (del 15/11/2012 @ 15:52:07, in Cinema e dintorni, linkato 684 volte)



L'inizio non e' stato dei piu' promettenti. Avrei voluto guardare "Killer Joe" di Friedkin, ma la qualità dell'audio era pessima, cosi', in attesa di recuperare una copia con l'audio decente, ho ripiegato su questo .... non saprei nemmeno io com definirlo.

[spoiler alert] Un giovanotto dabbene che sarebbe stato il futuro presidente degli Stati Uniti Abramo Lincoln, fa un addestramento a meta' tra Karate Kid/Miagi e Star Wars/Yoda. Diventa un temuto cacciatore di vampiri e nel frattempo segua la vita che deve seguire perche' stiamo pur sempre parlando di Abramo Lincoln. Entra in politica, si candida, diventa presidente degli Stati Uniti e dichiara guerra ai vampiri. Ai vampiri? O_o Ma non erano i confederati? Eccerto, ma i confederati erano vampiri.



Il film non fa paura, non fa ridere, non fa nemmeno riflettere. Non e' un horror, manca di atmosfere suggestive e terrorizzanti, manca di senso della suspance. In compenso non manca di retorica sullo schiavismo, sulla libertà, sui buoni sentimenti, sulle motivazioni della guerra civile. Che poi io sono pure simpatizzante confederata, quindi Lincoln mi stava antipatico gia' dai tempi della scuola. 
E' un film confezionato bene, questo si. Del resto e' una grande produzione e si vede. Pure gli attori sono di tutto rispetto. Hem... veramente io l'attore principale non ho la piu' pallida idea di chi sia, ma il vampiro cattivo e' interpretato da Rufus Sewell che sicuramente quacuno di voi ricordera in quel favoloso film che e' stato "Dark City".
Consigli per gli acquisti: potete tranquillamente risparmiarvelo.
Voto: 5