Immagine
 come da titolo... di La Ric
 
"
La fortuna dà troppo a molti, a nessuno abbastanza

Gaio Valerio Marziale
"
 
Ci sono 96 persone collegate

Titolo
Amici e dintorni (7)
Anche noi nel nostro piccolo... (3)
Assurdità dal mondo (2)
Cinema e dintorni (50)
Emozioniamoci (2)
Eventi (3)
Libri in pillole (17)
Me and myself (23)
Miscellanea (13)
Musica e dintorni (2)
Nerdate (4)
Non solo libri (15)
Questo l'ho fatto io (4)
Televisione (5)

Catalogati per mese:
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
There are many ...
14/08/2017 @ 06:20:05
Di rolex replica
There are many ...
14/08/2017 @ 06:18:48
Di replica watches sale
There are a tho...
14/08/2017 @ 06:18:19
Di replica watches uk
The diameter of...
14/08/2017 @ 06:17:43
Di replica watches
The film will e...
02/05/2017 @ 09:02:30
Di rolex replica uk
Cameron himself...
02/05/2017 @ 09:02:12
Di rolex replica sale

Titolo



La Ric

Crea il tuo badge
Questo blog non ha alcuna periodicità, non assomiglia minimamente a una testata giornalistica! Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001.

viaggi low cost
Antivirus Gratis

net parade

segnala il tuo blog su blogmap.it

Titolo
Ti piace questo blog?

 Fantastico!
 Carino...
 Così e così
 Ma non avevi proprio altro da fare?
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di La Ric (del 17/01/2012 @ 14:58:39, in Cinema e dintorni, linkato 786 volte)
Al cinema e' uscita sotto forma di trilogia Red Ridign Trilogy: 1974, 1980, 1983. In realta' e' tratta dai 4 libri di David Peace  Red Riding Quartet.


Ho visto il primo episodio e volendo e' autoconclusivo, anche se, dando un'occhiata all'inizio del secondo, si capisce chiaramente che e' un seguito, pur a distanza di 6 anni
Siamo nello Yorkshire. La storia comincia col ritrovamento del cadavere di una bambina. Il giovane giornalista Eddie Dunford insieme ad un collega, cerca di venire a capo del mistero, ma viene trascinato in un mondo di corruzione a tutti i livelli, perversione, brutalita', intimidazione e..... il resto scopritelo da soli.
Se il secondo e il terzo capitolo sono belli e inquietanti solo la metà del primo, vale la pena di guardarli.
Nella parte del cattivo troviamo Sean Bean, che di per se e' gia' una garanzia.
Il giovane giornalista invece e' impersonato dal futuro Spiderman Andrew Garfield, che, prima di arrivare all'eroe mascherato, ha interpretato ruoli a mio parere difficili in film non proprio di cassetta (Boy A, Non lasciarmi)


Articolo (p)Link Commenti Commenti (2)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di La Ric (del 11/01/2012 @ 11:01:51, in Non solo libri, linkato 820 volte)
Prendo spunto dal post di Ferruccio per fare il punto della situazione letteraio/libresca del 2011. Quest'anno e' stato un anno di vacche magre. Se nel 2010 avevo letto 43 libri, nel 2011 sono solo 17, per un totale di 4387 pagine.
Eppure le intenzioni erano buone. A luglio mi sono pure regalata un figherrimo Kindel Keyboard Wi-Fi 6'' E Ink display.
Un po' perchè non so piu' dove mettere i libri, nonostante possegga una superfavolosa libreria Lema color rosso tulipano alta 2mt e 62 cm,    un po' perche' cosi' evito di portarmi dietro i soliti 8-10 libri quando vado in vacanza. Si', perche' in vacanza io leggo tantissimo, quasi metà delle mie letture annuali le faccio in spiaggia. Poi, ovviamente, ho portato anche dei libri cartacei perche' il Kindle in spiaggia si rovina... il sale, la sabbia, la mareggiata, l'invasione dei granchi :-p

Tanto per non smentire le mie buone intenzioni letturarie (che non e' letterarie scritto sbagliato, ma vuol dire "relative alla lettura"), per Natale mi e' arrivato il nuovissimo Kindle Fire Full Color 7" Multi-touch Display, Wi-Fi. Lo sto usando come tablet, perche' lo schermo a colori retroilluminato e' quanto di meno adatto alla lettura si possa avere. E' come leggere sul computer, dopo un po' hai gli occhi a palla rosso fuoco, manco fossi un demone di Supernatural.
Alla fine tra vari Kindle, libri cartacei e buone intenzioni i testi letti nel  2011 sono questi, con tanto di voto da 1 a 5, che poi sarebbe la classificazione di anobii, anche se per me ci vorrebbero piu' voti. In ogni caso grazie ad anobii che permette di fare queste statistiche, altrimenti mica mi ricorderei cosa leggo e quando lo leggo.

1)
Fahrenheit 451  Ray Bradbury (5)
2)
Il cimitero dei folli  Ray Bradbury (5)
3)
Bubba Ho-Tep  Joe R. Lansdale (4)
4)
Sesso e lucertole a Melancholy Cove  Christopher Moore (4)
5) 
L'albero di Halloween  Ray Bradbury (4)
6)
Apocalisse Z  Manel Loureiro (4)
7) Il Professionista: Vendetta Stephen Gunn (4)
8)
Il castello dei Carpazi Jules Verne (4)
9) Carrie  Stephen King (3)
10) La tredicesima storia Diane Setterfield (3)
11)
L'enigma Caravaggio Ipotesi scientifiche sulla morte del pittore Silvano Vinceti, Giorgio Gruppioni
12) Il minotauro  Benjamin Tammuz (3)
13) Torre di controllo Giuseppe Foderaro (3)
14) Una testa mozzata  Irvine Welsh (3)
15) Il trentaseiesimo giusto  Claudio Vergnani (3)
16) Tutto quel nero Il Giallo Mondadori n. 3041 Cristiana Astori (3)
17)  Bloodymilla   Barbara Baraldi (3)
Articolo (p)Link Commenti Commenti (2)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di La Ric (del 02/01/2012 @ 21:29:34, in Nerdate, linkato 693 volte)
Il primo dell'anno e' cominciato con i peggiori auspici: si è rotta la lavatrice. In realta' piu' o meno funzionava, solo che dava un segnale di errore sul display. Si perche' la mia lavatrice e' elettronica, modello superfigo della Whirpool che ha pure il sesto senso, qulunque cosa voglia dire. Ogni errore ha il suo codice, piu' o meno, perche' alcuni codici corrispondono a piu' possibili errori.
Solo 5 minuti prima, giusto mentre la caricavo, avevo detto a Lord Casco (leggasi fidanzato) quanto fossi contenta di quella lavatrice supertecnologica. Ecco me lo sono meritata allora.
Comunque in condizioni normali avrei chiamato il mio idraulico, quello figo che sta al terzo piano. Magari non il primo dell'anno, che poveretto ha diritto anche lui ad un po' di ferie, ma il giorno dopo sicuramente l'avrei chiamato.
Invece ecco che Lord Casco prontamente cerca il codice errore sul suo android, poi va dalla lavatrice e con fare deciso la mette sdraiata sul pavimento del bagno. Traffica un po' dentro la lavatrice dal sotto, la rimette a posto e la fa partire. Codice sparito, lavatrice perfettamente funzionante.
Lato positivo: ormai e' assodato che Lord Casco puo' sostituire tranquillamente un idraulco, se ho bisogno non devo aspettare giorni e mi fa il lavoro gratis.
Lato meno positivo: ora non ho davvero piu' scuse per chiamare l'idraulico figo, a meno di non avere bisogno di un elettricista, perche' l'idraulico figo fa anche l'elettricista.
Ma secondo voi Lord Casco si intende anche di elettricità?
Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di La Ric (del 27/12/2011 @ 14:29:22, in Nerdate, linkato 714 volte)
24 dicembre 2011
Lui: Qui ci sono regali per 10 persone
Lei: Uh, si, forse. Dipende da quanti regali fai di solito
Lui: E noi siamo solo in 3
Lei: Meglio no? Vuol dire che avremo un sacco di regali ciascuno
.........black&decker
Lei ha un discreto bottino, almeno 25 tra pacchetti, pacchettini, pacchettoni. Cose piccole, cose grandi, cose utli, inutili, tecnologiche, geek.

Avere un fidanzato n3rd che ti regala un aspirabriciole non ha prezzo. Per tutto il resto c'e' (la mia) Mastercard.

Che poi tutto sembra fuorche' un aspirabriciole. Lo avrei visto bene in qualche serie di fantascienza del passato tipo U.F.O. o Star Trek. Magari una versione svecchiata del Rover, che francamente, tutto bianco, non era molto trendy :D

Avere un pinguino che fa i poppicorni non e' da tutti.

Per la serie "i regali teconlogici non sono mai abbastanza" ecco un'altra cosa che potrebbe capitarvi di ricevere da un fidanzato n3rd: la macchina per i poppicorni. Ma non una qualunque, quella a forma di pinguino Vabbe', la sera durante le maratone di Supernatural o Dexter, i poppicorni ci stanno pure bene e i pinguini mi piacciono. Resta il fatto che la mia casa e' piccola e per ogni cosa che entra devo creare uno spazio che non esiste. Pero', quanti di voi hanno un pinguino che fa i poppicorni? La risposta me la do da sola: nessuno :-p

Restando ancora in tema di tecnologia ora arriva il pezzo forte:

 il regalo figherrimo che il fidanzato fa a se stesso facendo finta di farlo a voi

Funziona cosi': quando ancora non avete aperto il pacchetto  vi dice che il regalo e' vostro, ma che poi, inevitabilmente lo userà tutta la famiglia, dove per famiglia si intende voi, lui e il gatto :-p
Si chiama Kindle Fire, che e' la versione a colori del Kindle wifi (che io peraltro possiedo) e che oltre leggerci gli ebook, ci potete guardare i film, controllare la posta, giocare ad Angry Birds, andare su Feisbuc e, last but not least, usare come un Tablet Android, a patto che abbiate un fidanzato n3rd smanettone che sappia metterci sopra le mani.

Per controbilanciare tutta questa tecnologia non puo' mancare almeno un regalo frivolo. Se siete fortunate arriverà qualcosa che avevate visto insieme e che voi avete fatto di tutto per fargli capire che vi piaceva e che era qualcosa che vi sarebbe piaciuto ricevere per una qualche ricorrenza. Io ho avuto fortuana e mi sono arrivate una borsa e una sciarpa. Qualcosa di classico direte voi ... si ... piu' o meno. La borsa e' a forma di gatto e la sciarpa è modello "coniglio mannaro" perche' l'abbigliamento da strega non passa mai di moda


Articolo (p)Link Commenti Commenti (2)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di La Ric (del 22/12/2011 @ 11:30:16, in Miscellanea, linkato 961 volte)


Auguri a tutti perche' a Natale siamo tutti piu' buoni, ma magari anche no.....


Articolo (p)Link Commenti Commenti (3)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di La Ric (del 21/12/2011 @ 14:48:33, in Miscellanea, linkato 727 volte)
Tra pochi giorni è Natale e questo e' un dato di fatto. Si, ok, ma che vuol dire? Io non sono credente quindi non festeggio il Natale da un punto di vista religioso.
Festeggio? Si decisamente festeggio.
Il 25 dicembre sono con fidanzato e mummy dagli zii, con cugini e altri parenti. Loro sono la parte simpatica del parentado, quelli che mi fa piacere vedere e frequentare, quelli coi quali passare una giornata e' una gioia. I parenti "antipatici" li ho direttamente eliminati, tanto non sono capace di intrattenere rapporti di facciata.
Il 26 dicembre siamo dalla mummy che, per l'occasione, cucina la cima genovese ed altre prelibatezze. Lo so, al ritorno dalle vacanze assomigliero' all'omino Michelin, ma chissene... si vive una volta sola.
E il 24 dicembre? Niente messa di mezzanotte e niente cenone, ma qualcosa di meglio: lo spacchettamento dei regali : - P In effetti si potrebbe dire che per me Natale e' principalmente lo scambio dei regali. Adoro riceverli, ma ancora di piu' farli. Non che ci voglia per forza una ricorrenza per questo, ma visto che c'e' utilizziamola. Quasi mai ho un regalo solo per le persone che mi sono piu' care. Quest'anno credo di avere un po' esagerato. La mummy si ritrova la serie completa di "Le cronache del ghiaccio e del fuoco" di Martin perchè, dopo aver visto "Game of throne" in tv, mi ha chiesto il libro .... he he he, credeva che fosse un libro  solo. Ora la voglio vedere a metterli in ordine tutti e nove : - P Poi ci sono gli immancabili dvd di John Wayne per cui lei ha una insana passione. E, per non farle mancare nulla, le ho fatto incorniciare una locandina originale del film "Cowboy". Le ho preso terzo libro di "Simon's Cat", visto che gli altri due le sono piaciuti molto. Infine le ho regalato un po' di coccole: trattamento viso con massaggio e cremine varie.
Il fidanzato e' stato pure molto fortunato. Si ritrova 6 pacchetti per un totale di 8 regali. Non posso svelare il contenuto dei pacchetti, perchè magari passa di qui e si rovina la sorpresa. Posso dire che uno e' un regalo N3rd, come da tradizione.
Si, decisamente fare regali mi piace un sacco. Mi piace quando vedo qualcosa e penso: "Oh, questo e' perfetto per xxx". Mi piace andare in giro per mercatini e trovare robine golose da mettere nei cesti, tranne poi dover resistere alla tentazione di mangiarle invece di regalarle ^^ Vabbe' sono una miscredente, senza spirito natalizio, senza fede. Quando verrà l'Apocalisse la mia anima brucerà all'inferno e non ci sarà uno strafigo come Castiel a riportarmi in vita (Supernatural docet), ma va bene cosi'. Intanto non vedo l'ora che sia sabato sera per aprire i regali. Poi magari faro' anche un post con le foto dei suddetti, cosi', tanto per farvi morire di invidia (scherzo : - P )
Articolo (p)Link Commenti Commenti (2)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di La Ric (del 20/12/2011 @ 15:07:14, in Libri in pillole, linkato 847 volte)

Sesso e lucertole a Melancholy Cove

Christopher Moore
ed. Elliot

Minirecensione su questo libro bello, bello, bello.
Hard boiled, giallo, fantasy, surreale, horror, ironico.
Un paesino della costa ovest, dei personaggi squinternati eppure molto umani. Un mistero, un mostro e il prozac, tanto prozac.
Da leggere come antidepressivo (al posto del prozac ovviamente).







Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di La Ric (del 16/12/2011 @ 10:28:19, in Cinema e dintorni, linkato 2641 volte)
Bad Santa - Babbo BastardoNon so voi, ma io nella vita ho pochissime certezze. Una di queste e' che nel periodo pre-natalizio la TV passera' sicuramente "Una poltrona per due", "La vita e' meravigliosa", "Miracolo sulla 34 strada", piu' tutta una serie di film mielosi e strappalacrime, perche' a Natale, è cosa nota, siamo tutti piu' buoni.
MA CHI L'HA DETTO?
Che poi gli Americani abbiano sta mania del lieto fine e del politically correct si sa, ma ogni tanto bisognerebbe cambiare registro. Eccheccavolo, facciamo una strage sul finale, Babbo Natale ha un incidente con la slitta e si rompe una gamba, sulla 34 strada si abbatte la un tornado, un fulmine, una maledizione divina.... altro che miracolo!
Come da copione invece ci sciroppiamo film col nostro vecchietto barbuto, panzuto e vestito di rosso  che distribuisce regali a destra e a manca e fa felice il bambino sfigato di turno.
Per una volta in vita sua facciamolo comportare male, che pure lui sarà stufo di tutto sto buonismo.
Pensate un po' se il suo motto fosse«I don't care if you're naughty or nice.» O ancora «Get Naughty this Holiday Season
Prendi un Babbo Natale e il suo Elfo e mettili a rapinare centri commerciali la vigilia di Natale. Mettici che Babbo Natale e' cinico, insensibile e sempre ubriaco, fuma come un turco e fa sesso con donne ciccione. Gli ingredienti ci sono tutti per un Natale molto poco politically correct. Si vabbe', il bambino grasso e sfigato da far felice e l'happy end ci sono pure qui, ma tutto quel che ci sta in mezzo è assolutamente irriverente, indegno, inaccettabile, improbabile, improponibile e sconveniente.
Tutto questo e' Bad Santa, black comedy magistralmente interpretata da Billy Bob Torthon, che ha al suo attivo tutta una serie di psicopatici, ritardati, bad guy, fuori di testa, insomma.... un ruolo un po' normale non me lo ricordo.

Bad Santa - Babbo Bastardo (2003)

regia di Terry Zwigoff
con Billy Bob Thorton, Tony Cox, Lauren Graham, Brett Kelly

Quote:

Kid: Do you and Mrs. Santa have kids? 
Willie: No, thank the fuck Christ. 
Kid: What about the elves? 
Willie: Well, they stay with Mrs. Santa. I get them on the weekends.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (6)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di La Ric (del 15/12/2011 @ 09:35:39, in Nerdate, linkato 645 volte)
NERD: è un termine della lingua inglese con cui viene chiamato chi ha una certa predisposizione per la ricerca intellettuale, ed è al contempo tendenzialmente solitario e con una più o meno ridotta predisposizione per la socializzazione. Lo stereotipo vede queste persone affascinate dalla conoscenza, specialmente quella riguardante la scienza e la matematica.
GEEK:
è un termine di origine anglosassone, indicante una persona affascinata dalla tecnologia. Il significato di geek non coincide con quello di nerd avendo una connotazione positiva almeno tra coloro che si fregiano del termine e amano etichettarsi in tal modo.
OTAKU:
è un termine della lingua giapponese che dagli anni ottanta è utilizzato anche per indicare le persone interessate in modo appassionato e/o ossessivo a qualcosa, generalmente manga, anime, e videogiochi.

In questi giorni si e' fatto un gran parlare su
Booksandnegative  e sul gruppo di FB  MoonBase di questi termini e del significato che la gente ci vede quando te li appioppa.
Il mio fidanzato rientra perfettamente in tutte e 3 le categorie sopracitate. Io abbastanza nella  terza e un po' meno nelle prime due. Lui comunque dice che io sono mooolto nerd perche' so installare e configurare un router senza bisogno di aiuto nonostante sia  una femmina e perche' porto con disinvoltura magliette con la scritta "Bazinga" o "Nobody expects the spanish inquisition". Per come la vedo io, poter configurare il router senza dover ricorrere all'aiuto di qualche maschietto e' una cosa figherrima, quanto alle magliette... non so giudicate voi.
Ragion per cui, quando mi danno della nerd, mica mi offendo, anzi mi fa piacere.
E per concludere non posso fare altro che postare il trailer di un film che, chi come me non e' piu' un giovincello, si ricorderà sicuramente.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (2)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di La Ric (del 06/12/2011 @ 14:22:13, in Cinema e dintorni, linkato 754 volte)
La maschera del Demonio di Mario Bava (1960) con Barbara Steele, John Richardson, Andrea Checchi, Ivo Garrani
Genere: Horror/Gotico

La maschera del Demonio e' una speciale maschera di tortura che si basa sul principio della Vergine di Ferro: aculei lunghissimi all'interno.
La principessa Katia Vajda e il suo amante vengono condannati a morte per stregoneria.
La punizione consiste nell'indossare la Maschera del Demonio (ed e' chiaro che quando i chiodi si conficcano nel cervello si crepa seduta stante) e poi essere arsa sul rogo. Ad eseguire la sentenza e' il di lei  fratello, con degli imprecisati incappucciati, che pero' sembrano essere dalla parte dei buoni.
Sfiga vuole che proprio in quel momento arrivi un acquazzone a spegnere le fiamme e il rito di purificazione rimanga incompiuto.
Questo l'antefatto, che poi sarebbero i primi fotogrammi del film, quindi non preoccupatevi che non ho spoilerato.
200 anni dopo la storia riprende. Ci sono i discendenti della strega, tra cui una principessina che guarda caso e' la sua fotocopia precisa precisa. Ci sono un dottore e il suo assistente giovane e figo, perche' si sa, la storia  d'amore ci vuole. Ma naturalmente ci vuole anche la vendette (della contessa verso i suoi discendenti).
Nonostante le premesse forse un po' scontante per la cinematografia attuale, il film e' un gran bel film. Non dimentichiamo che e' stato girato nel 1960, quando non c'era la tecnologia, ma solo la bravura di attori, registi e tecnici. L'atmosfera e' gotica e inquietante, proprio come si addice a un film che ha la pretesa di far paura. E un po' di paura la fa, magari non tanta, ma qualche momento di angoscia genuina c'e' eccome. Ci sono scene esplicite e forti: la marchiatura, la maschera che conficca i suoi aculei nel viso della contessa, con relativi schizzi di sangue, il viso sfigurato della stessa quando torna per compiere la sua vendetta.  Insomma, nulla da invidiare agli splatter moderni.
La sceneggiatura e' solida e l'uso del bianco e nero si rivela azzeccato nel creare l'atmosfera, quasi come in certi horror degli anni '30.
Il cast e' composto da attori di primordine, alcuni presi in prestito al teatro.
Barbara Steel, la scream queen del cinema horror anni '70, e' perfetta per il doppio ruolo di strega/fanciulla. I suoi occhi riescono a trasmettere la paura e lo sgomento della principessina e allo stesso tempo la ferocia e la sensualita' della strega.

Voto: 7.5
Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15

< gennaio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
     
             



Titolo
Bianco e nero (1)
Miscellanea (3)

Le fotografie più cliccate

Cerca per parola chiave
 


20/01/2019 @ 00:01:25
script eseguito in 67 ms